Come aumentare le performance di un data center riducendo il consumo energetico

Che si parli in termini economici o di ambiente, ridurre i consumi è ormai una necessità imprescindibile.

 

In ogni data center, uno spazio considerevole è occupato dall’infrastruttura di raffreddamento. Le macchine presenti all’interno del centro elaborazione dati, funzionando, producono una notevole quantità di calore. Per questo motivo, occorre evitarne il surriscaldamento, mantenendo costante la temperatura attraverso sistemi di raffreddamento. 

 

Qui sorge una prima grande criticità; se i sistemi di raffreddamento non vengono gestiti secondo una strategia di risparmio energetico (e questo purtroppo accade nella maggior parte dei casi) finiscono per avere un peso significativo sul bilancio complessivo del data center. 

 

Ancora oggi, sono molte le aziende che per mantenere freschi i locali tecnici, fanno uso di refrigeratori e compressori frigoriferi e, dunque, di una quantità enorme di energia elettrica che causa enormi costi in bolletta.

 

C’è di più: la sensibilizzazione a livello globale sul tema dell’impatto ambientale è sempre più grande, e questo ha posto sotto la lente di ingrandimento le emissioni di gas serra emesse dai data center, evidenziando anche su questo fronte la necessità di implementare soluzioni di green IT per ottimizzare i consumi.

Come pianificare un sistema energetico efficiente?

La diagnosi energetica è un passaggio fondamentale (clicca qui per vedere come si realizza una diagnosi energetica) e per di più si tratta di un costo che, se abbinato ad un intervento di riqualificazione, viene ripagato in tempi brevi grazie al risparmio ottenuto dai miglioramenti energetici. La diagnosi, infatti, è tra gli interventi soggetti alle agevolazioni fiscali, come la detrazione per ristrutturazione energetica e il super bonus 110%.

 

Fatte le dovute misurazioni, valutazioni e previsioni sui livelli di consumo, si può procedere con l’implementazione delle modifiche individuate, per migliorare l’efficienza energetica dell’impianto.

 

Nel caso di Vactis, dopo la diagnosi e lo studio approfondito di ogni aspetto, si procede proponendo, realizzando e personalizzando una soluzione basata sul sistema di raffreddamento free cooling.

 

Il sistema di raffreddamnto “Rotokalt” di Vactis è il più conveniente presente sul mercato a livello globale, sia per quanto riguarda il risparmio energetico, che per quello economico.

 

Con il free cooling diretto, infatti, il risparmio in bolletta può raggiungere il 90%, e si evita di sprecare enormi quantità di energia inquinante. A beneficiarne saranno sia le tasche che l’immagine dell’azienda.

La sostenibilità ambientale è collegata all’aumento dei risultati?

Ebbene sì; un approccio sostenibile nella gestione aziendale garantisce vantaggi alle imprese sotto diversi punti di vista.

 

Alcuni dati presi dai bilanci delle imprese industriali italiane che hanno investito in politiche ambientali, dimostrano come esista una correlazione positiva tra sostenibilità e risultati economici. 

 

Prendendo in considerazione numeri relativi all’ultimo triennio, dai dati di Unioncamere e Symbola, emerge, ad esempio, che nel 2017 il 32% delle imprese di cui sopra, ha aumentato il fatturato; il 28% delle stesse ha incrementato l’occupazione e il 34% ha visto aumentare l’export.

 

Le percentuali delle imprese che invece non hanno investito nella green economy, nello stesso periodo di riferimento, sono inferiori.

Non è un caso che sempre più aziende, anche tra le più grandi in assoluto, sostengano e investano sempre di più in progetti di sostenibilità.

 

Se vuoi scoprire come poter aumentare l’efficienza del tuo data center, sala TLC o locali tecnici con i nostri interventi, o vuoi semplicemente maggiori informazioni sulle nostre soluzioni, contattaci!

 

Ti risponderemo nel minor tempo possibile.